attendi...
MARGHERITAPELUSO.COM
Human touch
Human touch

Cosa ci porta a creare arte? C'è una spinta psicologica al lavoro, una forza inconscia? Come può la comunità trasportare le memorie artistiche alle nuove generazioni? Come possiamo trasportare questi ricordi in nuove possibilità immaginative? Cosa ci ricordiamo?

Nel profondo dell'"inconscio personale" troviamo ricordi e conflitti repressi che costruiscono l'"inconscio collettivo" del genere umano. Sia come veicolo per esprimere i nostri pensieri e desideri più intimi sia come mezzo attraverso il quale possiamo fuggire in nuove dimensioni, sia come canale di mediazione tra il visibile e l’invisibile; l'arte rimane sempre presente nel mondo moderno come un potente strumento di trasformazione.

Nel corso della storia, la colonizzazione e la "razzializzazione" dei popoli indigeni hanno cancellato milioni di ricordi dalla coscienza collettiva. La via dei nostri antenati è stata sepolta in un'incoscienza perduta. Per questo nasce un viaggio nel passato per trasportarlo nel presente, trasportiamo memorie da una vita all’altra e facilmente vengono rimosse per via di un mondo sempre piu’ veloce, razionale e digitale.

CREDITS
LOCATION
“..a mystical collision of butoh and theatre EnTrance is a wonderfully expressive union of music and text, image and movement, bound together by irresistible logic of dreams.”
The Age
;